Hotel Modena

Soggiorna all‘hotel Arnaldo e scopri le bellezze di Modena

Le città dell’Emilia sono splendidi luoghi che vale la pena visitare per apprezzare la storia e l’architettura famose in tutto il mondo. Il triangolo Modena, Reggio Emilia e Parma è senza dubbio una delle zone più belle e interessanti a livello culturale.
Per il vostro soggiorno in terra emiliana, l’hotel 3 stelle “Arnaldo Aquila d’Oro” è l’ideale per spostarsi nel territorio circostante, grazie alla sua posizione strategica lungo la via Emilia, a metà strada tra Reggio Emilia e Modena. Situato a Rubiera, l’hotel permette ai clienti di muoversi facilmente da una città all’altra e raggiungere in poco tempo anche Modena, il Ducato che un tempo fu sotto il dominio della famiglia Este.

Modena, hotel 3 stelle a pochi passi dalla cittàModena, che si trova proprio al centro della Pianura Padana, merita di essere visitata: per questo, l’albergo a tre stelle “Arnaldo Aquila d’Oro”, mette a disposizione le sue camere e il suo ristorante “Arnaldo Clinica Gastronomica”, per una sosta in un ambiente confortevole e accogliente dotato di tutti i servizi più moderni. Percorrendo la via Emilia, in pochi minuti dall’hotel sarete nella città di Modena, famosa per le bellezze artistiche e per la buona tavola.

Dopo essere stata fondata dai Celti nel III secolo a.C., Modena è diventata una colonia romana chiamata Mutina. Con la fine delle invasioni barbariche del V e VI secolo, la città – già centro agricolo durante l’epoca romana – divenne un importante luogo di scambi commerciali, e nel 1135 ottenne l’autonomia comunale dopo un periodo di potere vescovile.

Nel 1288 arrivarono gli Estensi e nel 1598 il duca Cesare decise di lasciare Ferrara e trasferire la propria residenza a Modena, divenuta così capitale del Ducato.

Furono gli anni dello splendore della città, che vide ampliare le sue strade e costruire importanti edifici e monumenti che la rendono ancora oggi unica nel panorama architettonico italiano.
Nel ‘700 riuscì a sopravvivere alle varie occupazioni degli eserciti stranieri, tra cui quello francese nel 1702 e quello austriaco nel 1742.

Durante la Seconda Guerra mondiale, Modena subì numerosi attacchi e saccheggi da parte dei tedeschi, ma i partigiani che avevano preso parte alla lotta per la liberazione difesero valorosamente il territorio emiliano. La zona – denominata “Triangolo Rosso” o “Triangolo della morte” – viene ricordata per le uccisioni nei confronti dei fascisti, dopo la caduta del regime, per mano dei Gruppi d’Azione Partigiana.

hotel nelle vicinanze di ModenaLa città di Modena e i suoi comuni sono luoghi turistici molto importanti, perché comprendono opere d’arte e monumenti in stile romanico e splendidi edifici risalenti al periodo estense.
Una volta giunti a Modena, è possibile raggiungere facilmente il centro storico che ospita il Duomo, costruito nel 1099, nella cui cripta sono conservate le reliquie del patrono San Geminiano. Al suo interno è possibile ammirare il pulpito di Arrigo Campione, realizzato nel Trecento, e la pregiata “Madonna della Pappa”, opera in terracotta di Antonio Begarelli.

Adiacente al Duomo, si trova la Torre della Ghirlandina, simbolo della città, che custodisce una copia della Secchia rapita, celebre poema di Alessandro Tassoni, che narra la storia del conflitto tra Bologna e Modena e ricorda che la torre era il luogo preposto alla tutela dei forzieri e dei trofei modenesi.

Meta di numerosi turisti è il Palazzo Ducale, un tempo sede della Corte Estense e successivamente sede dell’Accademia Militare di Modena. Iniziato nel 1643, e posto proprio di fronte ai Giardini pubblici – gli antichi giardini botanici degli estensi –, il Palazzo comprende anche interventi architettonici del Bernini e del Borromini, due tra i più illustri artisti italiani.

Per gli amanti dei libri antichi, vi è la Biblioteca dei Duchi d’Este, che raccoglie numerosi codici miniati e opere eccellenti come la Bibbia di Borso d’Este, mentre per gli appassionati d’arte è d’obbligo una visita ai Musei Civici e alla Galleria Estense, famosa per la collezione di capolavori dell’arte italiana.